Le parole volano, ciò che viene scritto , rimane.

Nessuno ce l’ha contro il volo, con la libertà e la leggerezza di sogni e pensieri…

anzi!!!!

W i sogni i pensieri ispirati da un paesaggio e da un pomeriggio di corse  in un prato ….
W la libertà di esprimerli , in cerchio fra un gruppo di amici,  mormorarli fra sé sotto un cielo di stelle, o gridarli al vento in una collina  che  ci fa eco.

Il proverbio latino vuole invece  ricordarci che  spesso, soprattutto tra le persone “normali”, la memoria è corta, e anche  l’attenzione, purtroppo dura poco.

Ecco che  quindi ciò che  ieri succedeva e che oggi viene ricordato a parole… molto probabilmente  sarà DIMENTICATO domani.

Ecco perchè abbiamo aperto questo blog, ecco perchè abbiamo aderito all’iniziativa del Comune di Asti ed abbiamo deciso di scrivere i nostri libri sui sentimenti e dello scandalo rifiuti di Valle Manina.

Oggi all’inaugurazione della nuova biblioteca comunale abbiamo potuto apprezzare moltissimo i lavori delle altre classi: quante idee colorate, tridimensionali, quanti racconti , quanti altri modi di vedere e descrivere ciò che ci circonda.
Davvero non è mai troppo presto per dire la propria su come va il mondo.
Abbiamo apprezzato anche  moltissimo il consiglio del prof Galvagno, sindaco uscente della nostra Città: ” Leggete ragazzi, perchè è la cosa più bella, ed è un modo per imparare dal passato e scoprire, informazioni, viaggiare nella fantasia e  imparare dalla storia!”

Peccato che questo suo pensiero così ricco e profondo lo abbia espresso in circa 25 secondi, sia stato presente non più di 6 minuti e 20 secondi, alla presentazione dei bellissimi libri a cui per mesi hanno lavorato decine di classi e centinaia di ragazzi, senza potere quindi leggere e condividere niente di ciò che avevamo scritto….

Abbiamo due temi caldi
il grande libro dei sentimenti:  amicizia amore ansia noia libertà …. grandissime emozioni descritte a parole e con immagini, da filosofi ed artisti attraverso i secoli ed oggi anche da noi!!
I testi sono in poesia per dare a ciascun lettore la possibilità di interpretare con libertà ciò che i nostri ragazzi hanno voluto scrivere
Editrice  bimbisvegli

I predatori di Valle Manina: ripercorriamo attraverso i ricordi dei testimoni diretti della vicenda  degli articoli dei giornali di quei giorni uno dei più gravi casi di inquinamento della falda acquifera, e di traffico di rifiuti nocivi. Un fatto avvenuto negli anni ’80, ma che si tende a dimenticare. E la storia è importante perchè da essa si impara a non compiere più gli stessi errori.
Editrice  bimbisvegli

Leggere è importante!!!!!

Ed allora qui diamo voce ai nostri pensieri.

Recuperiamo l’attenzione sui nostri libri!

Annunci
commenti
  1. Personalmente mi ha anche molto colpito il fatto che a ogni bambino venisse consegnato un bel foglio di CARTONCINO BRISTOL ARANCIONE in formato A3 nuovo e pulito…
    per farne cosa?
    per metterlo sotto il sedere e fare da cuscino?
    Una foresta ridotta in briciole per uno scopo così poco nobile?

    Ma come?
    A scuola noi insegnanti per recuperare 20/30 cartoncini bristol , a volte ci accapigliamo, ci sono pochi soldi, il comune deve tagliare le spese e in due ore si buttano via 24 bristol x 8 classi circa 8= 192
    un bristol costa circa 1,50 euro . quindi ci saremmo messi 288 euro sotto il sedere.

    Mi sono davvero indignato, è per questo che dopo essermi consultato con la maestra Lina e con quelli di voi che mi stavano più vicini , ho rifiutato di contribuire a questo spreco.
    Noi della 5C non abbiamo bisogno di un cartoncino per sederci su un pavimento (tra l’altro pulitissimo)

    Grandi alla fine Niccolo, Petru, Mirco Alberto che si sono messi a raccogliere tutti i cartoncini avanzati , lasciati sul pavimento.
    Quelli strappati (tantissimi….) li avete correttamente separati e buttati nella carta.
    Altri , riutilizzabili, li abbiamo presi per i futuri lavoretti in classe.
    Ne abbiamo lasciati molti, pen impilati su un tavolino, speriamo che anche i funzionari della nuovissima biblioteca, li abbiano presi per riutilizzarli.
    comunque sono davvero orgoglioso di NOI!

  2. Alessia ha detto:

    Venerdì 27 aprile io e la mia classe siamo andati alla nuova biblioteca per presentare i nostri libri che abbiamo costruito noi, mentre ,le altre classi hanno presentato il loro e proprio quando abbiamo finito, è arrivato il sindaco che ha fatto un commento, è molto imoortante leggere, è vero, però lui non ha neanche letto o sentito nessuno dei libri , e questo mi dispiace molto visto che ha deciso proprio lui di fare un altra biblioteca più grossa .

    Io vorrei tanto avergli detto: ”Ma sindaco non potevi venire un po’ più tardi?”.